Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Le Commodities? Basta avere pazienza!
(Pag. 2)



La Redazione Articolo pubblicato il 19/03/2017 10:00:58

Le Materie Prime vi sembrano in sofferenza? Probabilmente se ne sono accorti anche negli uffici di Goldman Sachs, ma gli analisti non intendono perdersi d’animo e la fiducia nel settore rimane intatta.



 

Il settore dei servizi, nella passata ottava, ha continuato a recuperare terreno sia negli States che in Europa e questo indica che il recente sell off è stato guidato da una crescita economica più lenta del previsto in Cina e dai timori di una scarsa efficacia nell’azione OPEC e non da un’inversione di rotta nella reflazione globale.  Tutti questi timori sono, in ogni caso, infondati ed i dati in arrivo da Pechino, ad un attento esame, risultano migliori di quanto si potrebbe intendere ad un’osservazione superficiale degli stessi, condizione che lascia intendere una forte richiesta in arrivo dalla Cina per prodotti come energia, metalli e cereali nel corso della prossima estate.

Per quanto concerne il greggio, il recente gonfiarsi delle scorte riflette in realtà il drenaggio di prodotto stoccato sulle navi cisterna, nonchè un tasso di export verso l’America Latina in calo e l’arrivo in patria dei carichi OPEC imbarcati prima dell’implementazione degli accordi di Vienna del 30 novembre e 10 dicembre 2016: se tutti questi fattori vi intimoriscono, abbiate fede: nelle prossime settimane saranno annullati, parola di Goldman!

Sempre secondo l’istituto, non dovremmo preoccuparci nemmeno dei nuovi progetti petroliferi che saranno completati entro il 2020: questi vedono i loro progressi in sensibile ritardo e nella maggior parte dei casi non saranno destinati a sostenere un vero e proprio aumento della produzione, ma dovranno semplicemente compensare i declini in atto.

 

Dati e dichiarazioni degli interessati con fonte Bloomberg


Potrebbero interessarti anche...
2017: per gli Hedge Funds sarà l’anno delle Commodities
Materie Prime
La Redazione 02/01/2017 10:00:21
Le Materie Prime, nel corso del 2016, hanno recuperato terreno e ... leggi tutto
Commodities Agricole, via libera a Soia e Zucchero, ma attenzione al Frumento
Materie Prime
La Redazione 15/06/2017 16:00:08
I commentatori di mercato hanno rivisto a rialzo le attese di ... leggi tutto
Commodities, Cacao e Mais superstar, male Cotone e Frumento
Materie Prime
La Redazione 24/03/2017 19:00:05
Gli esperti in Materie Prime sono ottimisti sul futuro del Cacao ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Giancarlo Dall'Aglio, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli