Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Oro, Londra: 350 anni di storia
(Pag. 2)



La Redazione Articolo pubblicato il 15/07/2017 10:00:25
Dopo una lunga pausa di circa 30 anni il trading sui futures dell’Oro “torna a casa”, ovvero torna a Londra!

 

1919

 

Il primo fixing dell’Oro è avvenuto: gli incontri si sono tenuti nelle stanze di NM Rothschild & Sons Ltd sino al 2004, quando il processo inizia ad essere svolto tramite una conference call telefonica.  I partecipanti agli incontri erano muniti di piccole Union Jack per segnalare la necessità di modificare eventuali ordini.

 

1934

 

Gli USA fissano il prezzo dell’Oro a 35 dollari per oncia con le autorità locali che acquistano grandi quantità di metallo giallo a questo prezzo.  Londra, che determina gli standard di qualità per le barre d’Oro, si espande ed include le raffinerie e le zecche (mints) in otto nazioni.

 

1985

 

Il London Metal Exchange chiude il suo futures market dedicato all’Oro a causa dello scarso interesse dimostrato dagli investitori nazionali e dagli speculatori.

 

1987

 

La Bank of England istituisce l’LBMA, l’associazione internazionale che rappresenta e sovrintende al mercato di Oro ed Argento in quel di Londra.

 

2014 e 2015

 

Quello dell’Argento è il primo fixing di metalli preziosi a divenire elettronico dopo che Deutsche Bank AG abbandona il vecchio sistema basato sull’utilizzo del telefono.  Il processo diviene più accurato dopo che alcuni traders sono sorpresi a manipolare i Libor rates.  Dopo l’Argento diventano elettronici anche i fixings di Platino, Palladio ed Oro.

 

2017

 

L’LBMA deve introdurre nuovi elementi al fine di aumentare la trasparenza sul mercato OTC.  Il sistema è stato sviluppato da Boat Services ed una piattaforma di trading dedicata sviluppata da Autilla sarà implementata prossimamente.  A tre anni dall’inizio del meccanismo di aste elettroniche sull’Argento CME Group e Thomson Reuters decidono di abbandonare la nave: l’LBMA è costretto a ricercare un nuovo provider la cui nomina sarà annunciata al pubblico nel corso dell’estate.

Con l’aiuto del World Gold Council da lunedì 17 luglio 2017 l’LME offrirà futures su base quotidiana, mensile e trimestrale su Oro ed Argento.

 

Fonte Bloomberg

 



Potrebbero interessarti anche...
Petrolio: la domanda cresce? Nessun problema: ci pensano loro!
Editoriale
La Redazione 17/06/2017 10:00:03
Un titolo ambiguo? Forse si, ragion per cui facciamo subito chiarezza: ... leggi tutto
Oro: la Storia indicherà il percorso
Editoriale
Gabriele Picello 23/01/2017 05:00:05
Tra gli elementi che contraddistinguono il programma politico di Trump in ... leggi tutto
Oro: una febbre da paura
Editoriale
La Redazione 17/04/2017 08:00:50
Febbre da cavallo? No: febbre da paura, ma non in senso ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Giancarlo Dall'Aglio, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli