Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Brasile, crolla il raccolto di Mais: la Soia è la regina delle semine



La Redazione Articolo pubblicato il 11/10/2017 14:00:57
I dati diffusi dal Conab mostrano che il raccolto di Mais Del Brasile (First Crop) subirà una contrazione di quasi 5 milioni di tonnellate in corrispondenza dei livelli più bassi degli ultimi 13 anni

 

I dati diffusi dal Conab mostrano che il raccolto di Mais Del Brasile (First Crop) subirà una contrazione di quasi 5 milioni di tonnellate in corrispondenza dei livelli più bassi degli ultimi 13 anni, con i coltivatori che accorderanno la loro preferenza alla Soia.

Stando a quanto dichiarato dai tecnici Conab il raccolto complessivo di Mais della stagione 2017 - 2018 sarà compreso tra 92,19 milioni di tonnellate e 93,6 milioni di tonnellate in calo rispetto ai 97,71 milioni di tonnellate della passata stagione.

 

La stima Conab riflette le attese per un first crop di Mais compreso tra 26,43 milioni di tonnellate e  25,02 milioni di tonnellate; le semine di prodotto sono le dirette responsabili di queste proiezioni con un calo minimo di 336000 ettari su base annua in un range compreso tra 4,93 e 5,146 milioni di ettari.

 

 

Prezzi bassi

Il Conab afferma che le proiezioni in oggetto (le prime relative al raccolto 2017 - 2018) sono frutto di un protrarsi della tendenza dei coltivatori locali ad allontanarsi progressivamente dal Mais, un trend esacerbato, tra le altre cose, anche dai prezzi del prodotto ritenuti non soddisfacenti.

Ad influire sono anche le condizioni climatiche avverse ed il possibile acuirsi degli attacchi parassitari.

 

Soia: la regina del Brasile

La Soia è vista come la principale alternativa al Mais, in Brasile, con le semine 2017 - 2018 previste in un range che va da 34,46 a 35,21 milioni di ettari in crescita rispetto alla stagione passata (33,91 milioni di ettari).

 

Come si evince dalla tabella precedente le proiezioni relative al raccolto non rispecchiano l’ottimismo che potrebbe derivare dalla mera osservazione dell’acreage e la produzione 2017 - 2018 è prevista in un range che varia tra 106 e 108,26 milioni di tonnellate in netto calo rispetto ai 114,07 milioni di tonnellate della stagione 2016 - 2017.

La previsione Conab risulta sostanzialmente in linea con le stime USDA (107 milioni di tonnellate) ed IGC (108 milioni di tonnellate).

 

Fonte Conab

SalvaSalva

SalvaSalva



Potrebbero interessarti anche...
Caffè, testa a testa tra Brasile e Vietnam
Materie Prime
La Redazione 14/03/2017 13:00:38
Il Brasile sta per perdere la posizione di Top Exporter di ... leggi tutto
Caffè, Brasile: il 2017 secondo l’IBGE
Materie Prime
La Redazione 15/09/2017 18:00:06
Secondo le stime proposte dall’IBGE (Instituto Brasileiro de Geografia e Estatística) ... leggi tutto
Caffè, Brasile: la protesta divampa. Il Governo è alle corde.
Materie Prime
La Redazione 07/04/2017 10:00:24
Molte sono state le difficoltà a cui il Brasile ha dovuto ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli