Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Commodities, CIti: Bullish, ma attenzione alla Cina!



La Redazione Articolo pubblicato il 06/12/2017 12:00:33
Il 2018 potrà essere favorevole agli investitori in Commodities, ma solo se sapranno tener d’occhio la Cina…

 

Il 2018, secondo gli analisti di Citigroup, potrebbe essere un anno favorevole per le Commodities, ma sarà necessario tenere d’occhio quella che potrebbe rivelarsi una vera e propria “wild card”, ovvero la Cina.

Mercati emergenti ed economie sviluppate saranno in grado di sostenere la domanda sia nel corso del 2018 che nel 2019, ma la Cina rappresenta un vero e proprio punto interrogativo: nel dettaglio lo staff di Citigroup avverte i mercati che il maggior consumatore di metalli, energia e cereali potrebbe imbattersi in una battuta d’arresto della crescita economica a causa di tutta una serie di fattori, tra cui annoveriamo la necessità di conformarsi a direttive ambientali sempre più restrittive.

Nella seconda metà di giugno il Bloomberg Commodity Index ha messo a segno un guadagno di circa il 10% a causa di un mercato che ha presentato in più di un’occasione i segnali di un restringimento dell’offerta in un contesto connotato da un intensificarsi della domanda “a tutto tondo”, dai metalli al petrolio al cotone.

Nella seconda metà del 2017 il denaro riversato dalle gestioni nelle Materie Prime ha registrato un balzo del 20% attestandosi a 417 miliardi di dollari alla fine del mese di ottobre.  

“Sia la performance delle Commodities da inizio anno ad oggi che la crescita globale sono elementi che puntano ad un restringimento di alcuni mercati, ma le incertezze della new economy cinese e gli effetti persistenti del vecchio corso rappresentano ostacoli da superare nel percorso rialzista” (Ed Morse, Citigroup).

La crescita economica della Cina si sta scontrando con l’impegno profuso dal presidente Xi Jinping nel concentrarsi sulla qualità dell’espansione piuttosto che sul suo ritmo.  Mentre Pechino pare ancora parzialmente sui driver di mercato della old economy locale, nessuna nazione, o gruppo di nazioni, sembra poter essere in grado di gestire un eventuale allentamento della richiesta di materie prime (sostanzialmente, se la Cina smette di comprare sarà impossibile assorbire il surplus che inevitabilmente inonderà il mercato).

“Il nostro scenario principale vede le materie prime rispondere in modo positivo ad una crescita della richiesta nel corso del 2018” (Citigroup). 

 Le azioni intraprese dalla Cina per adempiere alle nuove direttive ambientali potrebbero indurre un restringimento in alcuni mercati, tra cui quello dello Zinco e dell’Iron Ore (minerale di ferro).

Per quanto concerne il greggio, gli analisti di Citi prevedono un proseguimento della corsa verso il riequilibrio, anche se è previsto un aumento dell’offerta non - OPEC atto a soddisfare quasi del tutto l’incremento della richiesta da qui alla fine del 2018, un evento che lascerebbe poco spazio ad un eventuale aumento della fornitura in arrivo da OPEC e Russia: un contesto simile potrebbe essere responsabile di un degrado dei prezzi nella seconda metà dell’anno venturo, ma a questo proposito si segnala che l’instabilità dei produttori OPEC più deboli - tra cui si annoverano Libia, Iran, Nigeria ed Iraq - potrebbero limitare l’offerta di Petrolio prodotto dal Cartello.

 

Fonte Bloomberg


Potrebbero interessarti anche...
Commodities: la scommessa per chi vuole osare
Mercati
La Redazione 16/06/2017 12:00:34
Le Commodities sono una vera e propria scommessa per investitori “contrarian”: ... leggi tutto
Commodities, il rimbalzo è già finito?
Mercati
La Redazione 06/06/2017 12:00:16
Ad onor del vero particolari problemi di domanda ad oggi non ... leggi tutto
ETP Commodities: i flussi continuano a crescere!
Mercati
La Redazione 09/02/2017 13:00:27
Pubblichiamo a seguire un nuovo contributo di ETF Securities leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli