Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Commodity Report numero 124 del 15 gennaio 2018



La Redazione Articolo pubblicato il 17/01/2018 10:00:07


E' uscito il nuovo Commodity Report 

In questo numero:

  • L'S&P-500 come una cryptovaluta: rialzo infinito
  • Eur Usd sui massimi relativi oltre 1.22
  • Inflazione USA vista in aumento, come i tassi
  • Live Cattle: equilibrio 
  • Struttura portafoglio: update 

 

  Le borse USA continuano il rally forsennato iniziato il 2 gennaio, tanto da sembrare una criptovaluta a bassa capitalizzazione in pieno “pump”. Strano no? Non più di tanto, dal momento che i mercati stanno vivendo la reazione emotiva data dalla spinta verso l’alto della riforma fiscale di Trump, che finalmente ha deciso di spingere il lato della domanda, esattamente il contrario di ciò che fanno in Europa e ancor di più nella nostra Italia, dove fioccano promesse elettorali che resteranno disattese al 100%, semplicemente perché impossibili da realizzare mentre si è legati ai vincoli esterni targati UE.  

L’ultima notizia che ha fatto scalpore è quella che riguarda Wallmart. Il colosso USA ha infatti annunciato una elargizione di bonus per i dipendenti, tra i 250 e i 1000 $. E intanto l’S&P-500 future, anche se in una giornata festiva per il mercati USA, nella nottata asiatica ha sfiorato i 2800 punti. 

Tornando velocemente al mondo crypto, che invece non si ferma neanche la domenica, la fondazione Ethereum ha annunciato un’ottimizzazione della banda su cui viaggiano le transazioni, evitando quindi l’effetto collo di bottiglia derivante dal continuo aumento delle transazioni giornaliere (superato il 1100 tx). Le fee, che avevano pericolosamente superato 1$ a transazione nei primi giorni dell’anno, si sono immediatamente riportate in area 0.60 cts. di media, una buona notizia per la seconda criptovalute per importanza e capitalizzazione dopo Bitcoin, che ultimamente sembra aver perso lo smalto dei giorni migliori, soprattutto dopo la quotazione del future a cme (sarà un caso? io non credo.)

Per leggere tutto il report e le raccomandazioni operative di Giancarlo Dall'Aglio, iscriviti qui 



Potrebbero interessarti anche...
Commodity Report numero 122 del 2 gennaio 2018
Mercati
La Redazione 03/01/2018 18:00:31
E' uscito il nuovo Comodity Report  In questo numero: I QE delle banche ... leggi tutto
Commodity Report numero 123 del 8 gennaio 2018
Mercati
La Redazione 10/01/2018 16:00:30
E' uscito il nuovo Commodity Report In questo numero:  Continua la forza realtiva ... leggi tutto
Commodity Report numero 121 del 29 gennaio 2018
Mercati
La Redazione 30/01/2018 16:00:24
E' uscito il nuovo Commodity Report  In questo numro A Davos vince Trump  Eur ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli