Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Petrolio: Dio è morto
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 07/08/2017 10:00:31
Quello che è successo deve farci riflettere: se un trader che si conferma(va) come uno tra i migliori al mondo, dotato di capacità tali da essere soprannominato “Dio” non è riuscito a vincere in questo mercato, chi potrebbe farlo?

 

Il titolo che ho scelto per questo articolo è un po’forte, lo ammetto, ma rispecchia in pieno quanto accaduto a Andy Hall, trader specializzato in Petrolio dalle performances talmente buone da essere soprannominato “God” (per l’appunto, Dio…).

Cosa è accaduto al nostro Andy? Innanzitutto precisiamo che versa in ottima salute, tutt’al più sarà soggetto ad un po’di stress in quanto è stato costretto a terminare le attività del suo principale Hedge Fund, ossia Astenbeck Master Commodities Fund II che, nel mese di giugno, mostra agli investitori un risultato davvero deludente con un perdita di quasi il 30%.

Quello che è successo deve farci riflettere: se un trader che si conferma(va) come uno tra i migliori al mondo, dotato di capacità tali da essere soprannominato “Dio” non è riuscito a vincere in questo mercato, chi potrebbe farlo? (La risposta ve la do io: chi seguirà i consiglio di Giancarlo Dall’Aglio disponibili cliccando qui!).

La capitolazione di quella che è una tra le figure più note nel mondo delle Commodities avviene a seguito di un andamento dei prezzi del Petrolio che ha preso in contropiede numerosi players di settore, dagli analisti di Goldman Sachs a quelli di British Petroleum: secondo gli analisti dell’istituto di credito almeno 10 operatori di settore hanno terminato le attività o versano in grave difficoltà dal 2012 ad oggi e tra questi troviamo nomi altisonanti come Clive Capital e Centaurus Energy, con quest’ultima che registra le perdite peggiori di sempre nel secondo trimestre 2017.

“Sono scioccato - commenta Danilo Onorino, portfolio manager presso Dogma Capital - questa è la fine di un’era”.

Il nome di Hall divenne noto al mondo durante la crisi finanziaria globale quando Citigroup comunicò ai media le performances del trader: 100 milioni di dollari, e tutti realizzati con operazioni basate sul greggioHall non è, in ogni caso, un novellino e per arrivare all’inizio della sua carriera bisogna tornare indietro agli anni ’70, quando operò per conto di B.P. e della leggendaria trading house Phibro Energy, dove rivestiva il ruolo di amministratore delegato.

“Hall è uno dei mostri sacri dell’Oil Trading”: questo il commento rilasciato da Jorge Montepeque (gruppo ENI).

 

A seguire - Contro la massa

 



Potrebbero interessarti anche...
Petrolio: È la tua ultima occasione
Editoriale
Armando Madeo 20/05/2017 10:00:13
Rivedremo i prezzi del greggio sui 60 dollari al barile? leggi tutto
Petrolio in Crash: ci svegliamo o no?
Editoriale
Gabriele Picello 05/05/2017 03:00:17
Il mercato si è svegliato? Gli investitori si sono svegliati? Verrebbe ... leggi tutto
Petrolio: quell’assurdità del picco di domanda
Editoriale
La Redazione 29/04/2017 10:00:23
E se la domanda di greggio non dovesse affrontare declini di ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Giancarlo Dall'Aglio, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli