Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Petrolio, Michele Marsiglia: si attende una ripresa, ma l'Italia non si muove!
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 12/01/2017 10:00:07
Il 2017 trascorrerà all'insegna della ripresa sia per quanto concerne i consumi che per i grandi progetti su scala internazionale

 

Il 2017 sarà un anno di ripresa in termini di consumi e di grandi progetti a livello internazionale. E' quanto prevede Michele Marsiglia, Presidente di FederPetroli Italia, in una lunga intervista in esclusiva per Teleborsa, in cui ha toccato diversi temi, dalla strategia energetica nazionale all'impatto del neopresidente Usa, Donald Trump, sul mercato della produzione di petrolio a livello mondiale, dall'Iran, tornato protagonista dopo un lungo periodo di sanzioni, fino al ruolo delle compagnie petrolifere italiane, ENI in testa.

 "Certamente il 2017 è visto da noi come un anno di ripresa, parlo di consumi e di progetti a livello internazionale - ha detto Marsiglia - tuttavia la situazione italiana dell'energia è ancora ferma, a causa di una mancata Strategia Energetica Nazionale da parte del Governo e un'immediatezza nel concentrarsi sulle politiche energetiche da parte del Ministero dello Sviluppo Economico. Il Ministro Calenda ha fatto sapere che sta curando e delineando una nuova SEN, ma purtroppo le nostre aziende non possono più attendere. Questo il motivo di un dirottamento produttivo all'estero, oggi come venti anni fa. L'industria del Petrolio e del Gas, come tutto il mix energetico fuori dall'Italia, è vivo e la ripresa è data non solo da un mercato reale, ma dalla voglia delle aziende e dei Governi di intervenire su una materia che porta diretto beneficio alle casse statali, mentre il nostro Paese si culla su accise e tasse varie sui prezzi dei carburanti, con aggravio sulla Bolletta Energetica delle Famiglie italiane".

Sulle previsioni del prezzo del barile nel 2017, per il Presidente di FederPetroli Italia "sarà un anno in cui i prezzi del barile caratterizzeranno con estrema volatilità gli investimenti, sarà faticoso fare dei business-plan con oscillazioni così frequenti dei mercati. Le due colonne portanti del mercato saranno, ora più che prima gli Stati Uniti d'America ed il Medio Oriente. Trump è ancora per pochi giorni un'incognita che l'industria del Petrolio mondiale osserva con attenzione.

Assistiamo a variabili geopolitiche diverse: la Libia è in ripresa, come paesi che prima erano in una fase di stallo o per altre problematiche interne, ed oggi sono competitor, intendo Nigeria e Sud-America. La Russia oggi è un paese diverso, ma ancora non è chiaro quale sarà l'orientamento di Mosca. Invece la Penisola Arabica in questi ultimi mesi sta a guardare cosa succede, potendosi permettere un focus particolare e privilegiato come terra Padrona dell'Oro nero".

A seguire - Iran nel mirino!



Potrebbero interessarti anche...
Petrolio, Traders: non fatevi ingannare!
Materie Prime
La Redazione 26/05/2017 07:00:02
Una interessante analisi sulla situazione del greggio a cura di Jason ... leggi tutto
Petrolio: ad 83,5 dollari il prezzo è giusto!
Materie Prime
La Redazione 04/08/2017 12:00:50
LA redazione di Commodities Trading propone una interessante analisi condotta da ... leggi tutto
Petrolio, OPEC: è il momento della verità
Materie Prime
La Redazione 11/03/2017 10:00:59
Il Gruppo dei Paesi Esportatori ha dato il via ad un’azione ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Giancarlo Dall'Aglio, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli