Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Qatar: quando la mucca viaggia in aereo



La Redazione Articolo pubblicato il 14/07/2017 20:00:50
Il titolo può sembrare poco credibile, ma rappresenta in toto la realtà dei fatti, in quanto la prima tranche di un carico di 4000 vacche da latte è approdata a Doha (Qatar) in un contesto che vede la nazione isolata da un’azione congiunta di Arabia Saudita ed altri stati dell’area

 

Il titolo può sembrare poco credibile, ma rappresenta in toto la realtà dei fatti, in quanto la prima tranche di un carico di 4000 vacche da latte è approdata a Doha (Qatar) in un contesto che vede la nazione isolata da un’azione congiunta di Arabia Saudita ed altri stati dell’area.

Il carico giunto in Qatar via Budapest consta di 165 vacche provenienti dalla Germania e, nel dettaglio, i bovini sono pronti per produrre latte che raggiungerà i mercati locali già nella settimana in corso (fonte, dichiarazioni rilasciate a Bloomberg da portavoce di Power International Holding).

La parte rimanente del carico arriverà da Australia e Stati Uniti e gli arrivi sono previsti ad intervalli regolari di tre giorni sino al raggiungimento del numero di bovini previsto che dovrebbe avvenire nel giro di un mese.

Il Qatar è accusato da sauditi ed alleati do sostenere il terrorismo islamico, accuse queste che le autorità locali hanno sempre negato.  L’azione contro Doha, oltre a destabilizzare la nazione dal punto di vista geopolitico, ha costretto le autorità locali a ricercare nuove vie commerciali atte a consentire l’ingresso nella nazione di di cibo, materiali da costruzione ed attrezzature specifiche per l’industria del Gas Naturale.

Fino al mese passato la maggior parte del latte e dei prodotti lattiero caseari erano acquisiti dall’Arabia Saudita, ma ora il nuovo contesto commerciale muta le abitudini dei mercati e si presentano nuovi acquisti da Turchia (prodotti lattiero caseari), Perù e Marocco (frutta).

Quando il carico di vacche da latte sarà completo, la Power International Holding fornirà circa il 30% del fabbisogno nazionale di latte.

 

Fonte Bloomberg


Potrebbero interessarti anche...
Natural Gas fra abbondanza di scorte e crisi in Qatar
Materie Prime
Armando Madeo 19/06/2017 05:00:06
La crisi in Qatar non è stata sufficiente a risollevare i ... leggi tutto
Natural Gas, Qatar: riavviate le operazioni nel giacimento più grande del mondo
Materie Prime
La Redazione 04/04/2017 13:00:21
Qatar Petroleum è pronta a riavviare le operazioni nel giacimento offshore ... leggi tutto
Petrolio. Iran e Qatar: i tagli vanno estesi
Materie Prime
Gabriele Picello 09/02/2017 06:00:49
L’OPEC, insieme alle nazioni esterne produttrici di Petrolio, potrebbero necessitare di ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Giancarlo Dall'Aglio, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli