Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


SP500: la view di Riccardo Zarfati
(Pag. 1)



Riccardo Zarfati Articolo pubblicato il 06/01/2017 17:00:44

Lo S&P500, il principale indice americano, ha chiuso il 2016 con un +9,5%. Siamo quindi di fatto all’ottavo anno di un robusto ciclo rialzista che è partito nel 2009. Siamo quindi sui massimi storici, e ciò vale per tutti i principali indici USA. La domanda è quindi quella di tentare di capire fin dove questo trend possa arrivare, e quali sono i livelli chiave da monitorare.



 

Lo S&P500, il principale indice americano, ha chiuso il 2016 con un +9,5%. Siamo quindi di fatto all’ottavo anno di un robusto ciclo rialzista che è partito nel 2009. Siamo quindi sui massimi storici, e ciò vale per tutti i principali indici USA. La domanda è quindi quella di tentare di capire fin dove questo trend possa arrivare, e quali sono i livelli chiave da monitorare.

 S&P500 quadro grafico mensile

Se guardiamo al quadro di lungo periodo, il trend rialzista non è mai stato veramente messo in discussione. Il doppio minimo in area 1811 che si è formato tra il 2014 ed il 2015 ha trovato conferma nella rottura rialzista di Luglio, e poi confermata ulteriormente dallo sprint al quale abbiamo assistito dopo l’elezione di Trump (novembre). Da un punto di vista tecnico questo apre un target potenziale del movimento fino in area 2400 circa, una estensione pari circa all’intervallo di stabilizzazione 1811/2112.

Per inciso, potremmo essere di fronte all’ultima onda di un lungo ciclo espansivo Elliottiano. Se consideriamo che onda 5 ha spesso estensione pari ad onda 1, avremmo un’altra conferma teorica di quanto espresso sopra. RSI che sta entrando in territorio di ipercomprato, ma senza aver raggiunto soglie veramente critiche. Questo ad ulteriore supporto che dal punto di vista tecnico vi potrebbe ancora essere spazio al rialzo. 2112 il primo supporto rilevante sul mensile. Area 2000 quello critico, dove passa attualmente la trend line rialzista di lungo periodo.

 

 

A seguire - Breve periodo e Sintesi Operativa

 



Potrebbero interessarti anche...
Cacao, tenetevi pronti: siamo vicini ad un punto di svolta
Analisi grafica
Enrico Gei 12/02/2017 15:00:51
Chiunque osservi le Commodities si sta facendo una domanda: Quando ripartirà ... leggi tutto
Grano: prezzi alla riscossa!
Analisi grafica
Gianpiero Micheli 04/02/2017 15:55:32
Grano e Cacao sono due commodities abbastanza simili in quanto hanno ... leggi tutto
Natural Gas, violata la resistenza: si corre verso i 3 dollari
Analisi grafica
Alessandro Cocco 26/08/2016 10:00:53
  Ti potrebbe interessare anche   Gas Naturale: la lunga estate caldissima Shale Gas USA: ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Giancarlo Dall'Aglio, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli