Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Speciale Meteo: arrivano gli uragani
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 27/07/2017 20:00:16
Il cuore della stagione degli uragani è ormai alle porte e due tempeste tropicali giunte in anticipo hanno destato preoccupazioni in merito ai rischi meteo che dovranno affrontare i mercati, quelli del Petrolio, del Gas Naturale e dei prodotti agricoli in particolare.

 

Il cuore della stagione degli uragani è ormai alle porte e due tempeste tropicali giunte in anticipo hanno destato preoccupazioni in merito ai rischi meteo che dovranno affrontare i mercati, quelli del Petrolio, del Gas Naturale e dei prodotti agricoli in particolare.

La tempesta tropicale Don si è formata al largo delle Barbados in un’area tipicamente attiva più in la nell’anno tra agosto e settembre; Don ha perso intensità nella notte di martedì, ma è la quarta tempesta tropicale nell’Atlantico, un numero che si registra tradizionalmente non prima del 23 agosto.

“Non è una situazione ottimale - spiega  Jeff Masters, co - fondatore di Weather Underground - abbiamo avuto due tempeste tropicali prima del mese di agosto: è probabile che sarà una stagione molto più attiva del normale”.

Il numero di eventi atmosferici in aumento lascia intendere che potrebbero palesarsi situazioni simili anche nei Caraibi occidentali o nel Golfo del Messico e questo potrebbe ripercuotersi sui mercati del greggio e dei prodotti agricoli, non dimentichiamo che nel mese di giugno la tempesta tropicale Cindy determinò una contrazione dell’output di Petrolio del Golfo pari al 17%, nonchè l’evacuazione per ovvi motivi di sicurezza di numerose piattaforme petrolifere.

 

Le piattaforme petrolifere

 

La parte sud del Golfo, nei pressi di  Bay of Campeche, ospita alcune strutture di Petróleos Mexicanos, mentre i rigs e le piattaforme statunitensi sono concentrati più a nord verso Texas e Louisiana.  L’area offshore pesa per il 17% della produzione petrolifera degli USA e per il 4% della produzione di Gas Naturale.  Sulla terraferma risiede il 45% della capacità di raffinazione, mentre lungo la costa si trova il 51% della capacità di trasformazione del Gas Naturale.

 

A seguire - Florida 



Potrebbero interessarti anche...
Speciale Petrolio: la storia segreta del più grande trade di Wall Street
Editoriale
La Redazione 21/10/2017 03:00:09
È il più grande affare dell'anno: o ti sistema, o ti ... leggi tutto
Speciale Clima: il Generale Inverno sta arrivando. Preparatevi!
Editoriale
La Redazione 03/01/2017 13:00:07
Un freddo particolarmente intenso sta per colpire Nord America, Europa ed ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli