Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Speciale Rame: 4 buone ragioni per avere paura



La Redazione Articolo pubblicato il 07/12/2017 12:00:38
È solamente una correzione fisiologica? Volete puntare sul metallo? A seguire 4 ragioni per essere cauti!

 

Il Rame sembra risollevarsi dopo il crollo del 5 dicembre 2017 (vedi grafico a seguire) ed il sentiment positivo sembra esaurirsi, anche a fronte di un anno connotato da un rialzo delle quotazioni che difficilmente può passare inosservato.

È solamente una correzione fisiologica? Volete puntare sul metallo? A seguire 4 ragioni per essere cauti!

 

Scorte elevate

Le scorte monitorate dagli exchanges globali rimangono elevate anche a fronte di alcune interruzioni di fornitura da parte di Cina ed Indonesia: proprio un grosso flusso verso il London Metal Exchange (LME) è stato la causa del crollo delle quotazioni a cui abbiamo assistito nella giornata di martedì.

 

Struttura di mercato

La curva dei futures suggerisce che le condizioni di offerta avverse ai prezzi potrebbero persistere nei mesi a venire, in particolare gli operatori di settore puntano il dito contro il contango ben evidente tra il prodotto in consegna a tre mesi ed i contratti con scadenza più estesa nel tempo.  In questo senso si nota una netta differenza rispetto al contesto in cui versa lo Zinco, con la fornitura contenuta che induce una chiara backwardation.

 

Cina

La crescita globale è stata un vero e proprio catalizzatore per il mercato dei metalli industriali, ma un possibile giro di vite da parte del governo cinese nel mercato immobiliare potrebbe rappresentare un vero e proprio vento contrario al rialzo delle quotazioni.  I premi per la consegna fisica del Rame, che di fatto coprono il costo delle spedizioni del prodotto alla Cina, sono stati esigui nel corso di quest’anno, ragion per cui è possibile pensare ad una richiesta in arrivo dalla nazione che non mette certo a dura prova l’offerta presente.

 

Shangai

Il recente selloff che ha investito il Rame è stato innescato, tra le altre cose, anche da una long position estremamente significativa nei contratti presso lo Shanghai Futures Exchange: come evidenziato da Nicholas Snowdon (Standard Chartered) gli investitori iniziano a chiedersi cosa accadrà quando le posizioni rialziste saranno liquidate e quindi faticano ad acquisire posizioni rialziste o ad incrementare quelle eventualmente già in essere.

“Potremmo scendere ancora di 200 o 300 dollari, ma se gli investitori noteranno un ridimensionamento nella long position, allora la pressione potrebbe diminuire” (N. Snowdon).

Nella giornata di martedì, in occasione dello storno del 4,7% citato in apertura, il Rame presentava ancora un guadagno YTD 2017 pari al 19%.

 

Fonte Bloomberg

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva



Potrebbero interessarti anche...
Speciale Mais: siamo pronti per un Rally?
Materie Prime
  VIDEO
La Redazione 09/06/2017 07:30:34
Il mercato del Mais è pronto per offrirci un rally delle ... leggi tutto
Petrolio: speciale Libia
Materie Prime
Gabriele Picello 25/03/2017 10:00:18
Nei nostri articoli parliamo molto spesso della Libia e dell’importanza che ... leggi tutto
Speciale OPEC. Stagionalità e Wild Cards: cosa condiziona la vittoria del Cartello
Materie Prime
La Redazione 19/08/2017 10:00:04
Il consumo globale di greggio è costante? Assolutamente no e molto, ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli