Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Venezuela, Maduro: ancora un pagamento e poi si riparte!



La Redazione Articolo pubblicato il 03/11/2017 01:50:24
Il presidente Nicolas Maduro ha dichiarato che il Venezuela tenterà di ristrutturare il suo debito complessivo dopo che la controllata statale PDVSA avrà effettuato un ultimo pagamento di...

 

Il presidente Nicolas Maduro ha dichiarato che il Venezuela tenterà di ristrutturare il suo debito complessivo dopo che la controllata statale PDVSA avrà effettuato un ultimo pagamento di 1,1 miliardi di dollari e, mentre spiegava quale fosse il suo piano per il futuro, il presidente non ha perso l’occasione per criticare pesantemente le sanzioni USA che di fatto rendono impossibile reperire nuovi finanziamenti.

Nella giornata di ieri scadeva il termine per il pagamento, da parte di PDVSA, di oltre un miliardo di dollari agli obbligazionisti, ma non solo, perchè il pagamento di questo debito rappresenta un vero e proprio punto di svolta per la nazione che rinegozierà il suo debito con banche ed investitori.

 

Il blocco dei pagamenti è un passo che Nicolas Maduro ed il suo predecessore Hugo Chavez hanno rifiutato di fare per decenni letteralmente sfidando gli analisti di Wall Street e rendendo il debito della nazione uno degli affari più profittevoli nel settore dei mercati emergenti, ma ora la situazione è cambiata e le dichiarazioni di Maduro equivalgono ad ammettere che il debito è divenuto ormai insostenibile in un contesto connotato da riserve in calo e sanzioni finanziarie.

“Decreto un rifinanziamento ed una ristrutturazione del debito estero e di tutti i pagamenti del Venezuela.  Stiamo per affrontare una riforma totale per trovare un equilibrio e per coprire tutte le necessità e gli investimenti del paese” (N. Maduro).

 

Nell’immagine sopra il presidente Maduro (a sinistra) ed il suo predecessore Hugo Chavez.

La controllata statale PDVSA ha provveduto a rimborsare un debito di 842 milioni di dollari nella giornata del 27 ottobre nonostante il generale scetticismo sulla capacità della nazione di compiere tale impresa e nonostante gli arretrati dovuti che attualmente ammontano a circa 800 milioni di dollari.  Il Venezuela ha 143 miliardi di dollari di debiti esteri dovuti dal governo e dagli enti statali, di cui 52 miliardi circa in obbligazioni.

Le sanzioni imposte dagli USA nel mese di agosto rendono sempre più difficile reperire nuovi fondi da investitori internazionali, ma non solo, perchè le sanzioni in oggetto limiteranno anche la capacità del governo Maduro di ristrutturare il suo debito sedendosi al tavolo con gli investitori statunitensi: per gli obbligazionisti si tratta di una questione senza precedenti.

Incaricato di portare avanti la riforma è il vice presidente Tareck El Aissami, che dovrà convocare i titolari di obbligazioni sovrane e di PDVSA; Tareck El Aissami non gode certo di una buona fama ed all’inizio dell’anno è stato apertamente accusato di proteggere narcotrafficanti di alto livello, nonchè di gestire un traffico di cocaina particolarmente ingente.

Maduro ha annunciato la decisione durante un’intervista televisiva durante la quale ha sottolineato come il Venezuela abbia sempre saldato i suoi debiti, ma non ha perso nemmeno l’occasione di spiegare come tale compito sia ora reso più difficile dalle sanzioni imposte dagli USA alla nazione.

Non mancano certo gli oppositori ed i detrattori di questo intervento e tra questi annoveriamo l’economista Ricardo Hausmann che spiega come sia immorale ostinarsi a non bloccare i pagamenti visto il contesto estremamente difficile in cui versa il popolo venezuelano.

 

Fonte Bloomberg

SalvaSalva



Potrebbero interessarti anche...
Venezuela, PDVSA: i CDS gridano al Default
Mercati
La Redazione 08/11/2017 05:18:34
Volete proteggervi contro un eventuale default della venezuelana PDVSA? Bene, se ... leggi tutto
Venezuela, PDVSA: la prima vittima è in India
Mercati
La Redazione 10/11/2017 14:00:15
I nodi vengono al pettine, ma questi sono nodi molto vecchi... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli