Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Zucchero, Cepea: il deficit sosterrà i prezzi
(Pag. 1)



Gabriele Picello Articolo pubblicato il 10/01/2017 13:00:40
Secondo il più recente report di Cepea i prezzi dello zucchero si attesteranno a livelli elevati durante tutto il 2017, condizione di mercato che sarà resa possibile da un protrarsi del deficit globale di prodotto.

 

Secondo il più recente report di Cepea i prezzi dello zucchero si attesteranno a livelli elevati durante tutto il 2017, condizione di mercato che sarà resa possibile da un protrarsi del deficit globale di prodotto.

A fronte di una lieve ripresa nella produzione globale, prevista a 171 milioni di tonnellate (+3% rispetto alla stagione passata), l’output di dolcificante non sarà in grado di soddisfare la richiesta stimata dall’USDA in 174 milioni di tonnellate.

Il risultato di questo contesto sarà un deficit di 2.6 milioni di tonnellate, anche se la ISO (International Sugar Organization) prevede valori ben più elevati a 6.2 milioni di tonnellate.

Quanto dichiarato da Cepea non è una sorpresa per gli operatori di settore, che già si attendevano una situazione di questo tipo a seguito di una riduzione della produzione in alcuni stati particolarmente rilevanti come India e Thailandia e recuperi marginali in Europa e Brasile.

 

Centro Sud Brasile

 

Nel Centro Sud del Brasile si prevede una produzione limitata nel corso della stagione 2017 - 2018 (che vedrà il suo inizio ufficiale nel mese di aprile 2017) dalla scarsa presenza di bisada (canna residua) e da livelli di ripristino delle piantagioni contenuti; tra l’altro - rende noto Cepea - le aree che saranno reimpiantate nel primo trimestre 2017 diverranno produttive solamente a metà 2018.

 

 

 Secondo quanto dichiarato da FcStone, si verificherà, nel corso della prossima stagione, una diminuzione della Canna lavorata, che scenderà dell’1.1% rispetto alla stagione 2016 - 2017 a quota 590.8 milioni di tonnellate.

A favorire i prezzi dello Zucchero sarà anche una sostanziale riduzione della competitività dell’Etanolo.

 

India

 

 

 

La produzione di Zucchero dell’India nella stagione 2016 - 2017 si presenterà in calo dell’1.1% rispetto alla stagione 2016 - 2017 passando da 27.5 a circa 23.9 milioni di tonnellate.  Il calo del raccolto di quello che si conferma il maggior consumatore mondiale di prodotto è diretta conseguenza della siccità che ha afflitto le principali aree di produzione, tra cui annoveriamo gli stati di Maharashtra e Karnataka, una siccità che ha ridotto l’area complessiva dei terreni coltivati a Canna da Zucchero.

 

A seguire - Thailandia, Cina, UE ed ATR



Potrebbero interessarti anche...
Zucchero: cosa ci attende nel 2017
Materie Prime
Gabriele Picello 02/01/2017 17:00:49
Quali sono le prospettive per questo prodotto nel 2017? Leggiamolo nelle ... leggi tutto
Zucchero: il Floor è stato raggiunto?
Materie Prime
La Redazione 10/03/2017 19:00:36
Gli analisti sono sempre più divisi sul futuro del mercato dello ... leggi tutto
Siete ribassisti sullo Zucchero? Forse fareste bene a tenere gli occhi aperti!
Materie Prime
La Redazione 14/02/2017 17:23:19
Il mercato dello Zucchero è in Surplus e voi state vendendo ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Giancarlo Dall'Aglio, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli