Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Clima, El Nino si avvicina. Attenzione nel Sud Est asiatico



La Redazione Articolo pubblicato il 17/03/2017 19:00:26
I meteorologi sono concordi: un nuovo El Nino potrebbe palesarsi entro il mese di luglio: ben sei modelli climatici su otto indicano che le soglie per lo sviluppo di El Nino saranno raggiunte entro il mese di luglio

 

I meteorologi sono concordi: un nuovo El Nino potrebbe palesarsi entro il mese di luglio: ben sei modelli climatici su otto indicano che le soglie per lo sviluppo di El Nino saranno raggiunte entro il mese di luglio con un riscaldamento costante delle acque del Pacifico tropicale nel corso dei prossimi sei mesi.

Attualmente il Bureau of Meteorology quantifica nel 50% le possibilità del palesarsi del pattern climatico in oggetto.

Non è passato nemmeno un anno dal termine dell’ultima manifestazione di tipo El Nino e quella passata si è rivelata come una tra le più intense che a storia ricordi ed ha indotto un significativo inaridimento dei campi di Riso in tutto il Sud Est Asiatico ed allo stesso modo ha colpito le coltivazioni di Cacao del Ghana e quelle di Canna da Zucchero in Thailandia.

Se le previsioni meteo risulteranno veritiere sarà la prima volta dal 1960 che il Pacifico oscillerà tra riscaldamento e raffreddamento nell’arco di tre anni.

Il Pacifico centrale continuerà a riscaldarsi con l’emisfero Sud che si troverà in condizioni sostanzialmente neutre (Australia’s weather bureau): da giugno in poi questo innalzarsi delle temperature porterà al raggiungimento od al superamento delle soglie di El Nino.

El Nino potrebbe indurre una siccità anomala nel Sud Est Asiatico e si svilupperà nel periodo che va da luglio ad agosto per protrarsi sino a fine anno (MDA Weather Services): tra le aree che probabilmente saranno oggetto di maggior siccità troviamo Sumatra e Malesia.

Di fatto non si parla di un fenomeno caratterizzato da intensità elevata, ma quel che è certo è che potrebbe comunque tradursi in precipitazioni inferiori alla media nella seconda metà dell’anno.

Tra le altre previsioni in arrivo troviamo quella dello U.S. Climate Prediction Center (53% di probabilità di sviluppo tra ottobre e dicembre) e quella in arrivo dagli omologhi giapponesi (40% di possibilità di sviluppo tra la primavera e l’estate).

 



Potrebbero interessarti anche...
Raccolti USA: il clima potrebbe arrecare ingenti danni
Materie Prime
La Redazione 25/01/2017 15:00:23
Il cambiamento climatico potrebbe arrecare ingenti danni ai principali raccolti statunitensi, ... leggi tutto
Speciale clima. Niente El Nino? Attenzione agli Uragani!
Materie Prime
La Redazione 13/06/2017 11:40:54
La possibilità di un palesarsi di El Nino entro la fine ... leggi tutto
Clima, SudAfrica: El Nino potrebbe colpire ancora
Materie Prime
La Redazione 06/04/2017 17:00:28
Nel corso di quest’anno è molto probabile che una siccità derivante ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Giancarlo Dall'Aglio, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli