Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Le Commodities? Basta avere pazienza!
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 19/03/2017 10:00:58

Le Materie Prime vi sembrano in sofferenza? Probabilmente se ne sono accorti anche negli uffici di Goldman Sachs, ma gli analisti non intendono perdersi d’animo e la fiducia nel settore rimane intatta.



 

Le Materie Prime vi sembrano in sofferenza? Probabilmente se ne sono accorti anche negli uffici di Goldman Sachs, ma gli analisti non intendono perdersi d’animo e la fiducia nel settore rimane intatta.

La banca rimane fedele alla sua view che vede un serraggio delle forniture tradursi in una serie di guadagni entro al fine dell’anno, ragion per cui l’outlook sul comparto si conferma positivo.

Tra i preferiti troviamo Petrolio e Rame, una vision, questa, condivisa anche da Barclays.

Nel corso della passata ottava il Bloomberg Commodity Index ha lasciato sul parterre il 3,4% con Petrolio e Nichel che hanno appesantito l’intero settore, ma Goldman non ci sta e sottolinea come i timori relativi ad un rallentamento della Cina siano totalmente fuori luogo, con la richiesta in arrivo dalla nazione che continua a recuperare terreno.

A riprova delle sue teorie l’istituto rimarca l’andamento dei futures che a breve termine mostrano un rafforzamento rispetto ai contratti più lontani nel tempo, un chiaro segnale che evidenzia un guadagno nella forza dei fondamentali di mercato.

 

“Tutti questi timori sono fuori luogo e mostrano solo che il mercato ha bisogno di un po’di tempo per attendere un rafforzarsi dei fondamentali”.

Jeffery Currie, Goldman Sachs

 

Le previsioni relative al secondo trimestre denotano tutto l’ottimismo degli analisti di Goldman, con le proiezioni sul WTI che prevedono un prezzo medio di 57,5 dollari per barile ed un prezzo del Rame di 6200 dollari per tonnellata sempre nello stesso periodo (London Metal Exchange).

I valori previsti per i prodotti sono nettamente superiori a quelli attuali, con il WTI che si attesta a ridosso dei 48 dollari per barile e con il Rame a circa 5800 dollari per tonnellata.

“Quello che ci conferisce fiducia - continua Currie - è la dinamica dei futures, con i contratti a breve termine sul WTI che si sono rafforzati: se vi fosse una debolezza di fondo questo non sarebbe accaduto”.

 

Continua nella pagina successiva



Potrebbero interessarti anche...
2017: per gli Hedge Funds sarà l’anno delle Commodities
Materie Prime
La Redazione 02/01/2017 10:00:21
Le Materie Prime, nel corso del 2016, hanno recuperato terreno e ... leggi tutto
Commodities, Cacao e Mais superstar, male Cotone e Frumento
Materie Prime
La Redazione 24/03/2017 19:00:05
Gli esperti in Materie Prime sono ottimisti sul futuro del Cacao ... leggi tutto
Le Commodities secondo Giancarlo Dall'Aglio: analisi dei mercati
Materie Prime
  VIDEO
La Redazione 16/03/2017 15:00:45
Petrolio, Natural Gas, Cacao, Oro: questo e molto altro ancora in ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Giancarlo Dall'Aglio, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli