Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Frumento: prepariamoci per un picco di volatilità



La Redazione Articolo pubblicato il 12/10/2017 14:00:06
I mercati mondiali dei cereali potrebbero essere pronti ad un picco di volatilità a dispetto di livelli di scorte sostenuti: questo è quanto afferma Jack Watts, analista presso AHDB, citando...

 

I mercati mondiali dei cereali potrebbero essere pronti ad un picco di volatilità a dispetto di livelli di scorte sostenuti: questo è quanto afferma Jack Watts, analista presso AHDB, citando un parallelo con le dinamiche di prezzo che hanno contraddistinto i mercati bancari subito prima della crisi economica globale.

“È vero che abbiamo un’offerta confortevole - spiega Watts sottolineando come la stagione 2017 - 2018 potrebbe essere connotata da una condizione di surplus per il quinto anno consecutivo - ma è anche vero che ad un primo esame tutto sembrerebbe calmo, ma i rischi ci sono e vanno considerati”.

 

Prospettive distorte

Le prospettive, secondo Watts, potrebbero essere distorte da un mix di fattori, tra cui annoveriamo l’aumento delle scorte della Cina che tuttavia non sono disponibili sul mercato globale, ma lasciamo ancora una volta la parola a Watts: È presente una vera e propria divergenza tra le scorte mondiali di Frumento e quelle effettivamente disponibili ed infatti il mercato sta seguendo con attenzione le forniture in arrivo dalla Russia che nella stagione 2017 - 2018 è in pista per divenire il maggiore esportatore di Frumento.  in ogni caso se dovessero presentarsi le stesse condizioni del 2010 e del 2012 - qui Watts fa riferimento alle variazioni dei raccolti e le pone in paragone con la crescente dipendenza dei mercati dalla fornitura in arrivo dalla Russia - l’impatto sarebbe maggiore in quanto la russia ha un ruolo nettamente superiore i termini di fornitore globale”.

 

Aumentano i rischi a lungo termine

Un altro problema, visto che si commercia ben il 25% del Frumento prodotto a livello globale, è rappresentato dalla tendenza alla de - globalizzazione evidente nel crescente nazionalismo di numerosi paesi.

Vi sono inoltre rischi passivi non così diversi da quelli che hanno caratterizzato il settore bancario 10 anni fa prima della grande crisi economica globale.

“Qualsiasi minaccia alla globalizzazione avrebbe un grande impatto sull’efficienza del mercato del Frumento: i rischi a lungo termine per il mercato dei cereali sono senza dubbio in crescita” (J. Watts).

 

Fonte Agrimoney


Potrebbero interessarti anche...
Mais e Zucchero saranno i protagonisti dei mercati, ma non il Frumento
Materie Prime
La Redazione 11/08/2017 16:00:28
Gli analisti prevedono ulteriori guadagni per mais, cotone e zucchero, ma ... leggi tutto
Commodities Agricole, via libera a Soia e Zucchero, ma attenzione al Frumento
Materie Prime
La Redazione 15/06/2017 16:00:08
I commentatori di mercato hanno rivisto a rialzo le attese di ... leggi tutto
Frumento: le quotazioni salgono ancora. Mais in caduta libera
Materie Prime
La Redazione 20/06/2017 08:30:09
La situazione climatica negli States non è sicuramente delle migliori, con ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli