Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Rame, il suo peso nei mercati e le stime per il 2017
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 23/01/2017 21:36:24

Pubblichiamo a seguire un nuovo contributo di Domino Solutions



 

Il prezzo del rame, nel contesto dei mercati, ha un significato diverso dalle altre materie prime. Infatti, questa "speciale" commodity è associata con la salute dell'economia, agisce come un barometro della forza economica, da qui il suo alias "Dr. Copper. Allora la domanda nasce spontanea, il suo prezzo nel 2017 salirà o scenderà? Secondo noi il suo prezzo scenderà quest'anno, le incognite e i problemi nel mondo sono davvero tanti. Pensate alle tensioni geopolitiche, difficilmente ci sarà una crescita economica nei mercati sviluppati, i tassi di interesse, le votazioni in Europa e l'occupazione.

Detto questo, il rame è salito nel corso delle ultime settimane, anche se si è tentati di dare un volto speculativo alla salita, gli sviluppi sui fondamentali sono molto forti, questi hanno contribuito ad un interesse speculativo sostenendo un ambiente più rialzista per il rame. Il miglioramento della crescita della domanda è stato più forte di quanto avevamo previsto, pensiamo comunque che già per il primo trimestre 2017 è probabile queste buone notizie saranno assorbite dal mercato, spingendo di nuovo il prezzo verso i 2.20 $ alla libbra.

 

 

 

Sorprendentemente ci troviamo in una situazione in cui, nonostante il sentimento ribassista in linea con i futures di rame, il metallo è riuscito a tenere testa ai ribassi nelle ultime settimane, mantenendosi al di sopra dei segnali ribassisti di mesi fa. Questo potrebbe essere un segno di una ripresa costante della domanda?

Se diamo uno sguardo alle previsioni delle domande possiamo notare che la produzione e il consumo erano già in aumento nel 2015, ma il consumo era comunque in una sorta di limbo non equilibrato, questo ha portato il prezzo a scendere fino ai 5.6 $ alla libbra. In pratica gli investitori devono stare attenti. Infatti, non sempre i comunicati dei dipartimenti definiscono un trend, a volte bisogna interpretare anche altri segnali per capire la direzione di una materia prima. Che sia su lungo termine o breve termine.

La debolezza alla fine dello scorso anno, causato dal sentiment negativo, ha portato il mercato ad ignorare le risposte sulla fornitura aggiunta nel mese di gennaio, quando la Cina ha accettato di aumentare le scorte, e le principali fonderie cinesi hanno accettano di ridurre drasticamente la produzione di circa il 20% per il 2016. A questo punto gli elementi fondamentali cominciano a scontrarsi l'uno con l'altro lasciandoci con una domanda, in quale direzione quindi andrà il rame?

 

A seguire - Il fattore Africa



Potrebbero interessarti anche...
Brexit, Cina ed USA: il Rame è nei guai
Materie Prime
La Redazione 18/01/2017 18:50:55
Le ultime sessioni ci propongono un Rame in difficoltà, con i ... leggi tutto
Rame: produzione in crescita sostenuta dai prezzi
Materie Prime
La Redazione 10/02/2017 19:00:10
La produzione di Rame dello Zambia (maggior produttore del continente africano ... leggi tutto
Metalli: Oro in rialzo, ma il Rame affonda
Materie Prime
La Redazione 27/03/2017 18:30:06
L’Oro continua a mostrarsi tonico dopo il fallimento, da parte di ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Giancarlo Dall'Aglio, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli