Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Venezuela, PDVSA: la prima vittima è in India



La Redazione Articolo pubblicato il 10/11/2017 14:00:15
I nodi vengono al pettine, ma questi sono nodi molto vecchi...

 

La controllata statale venezuelana PDVSA ormai da sei mesi non effettua i pagamenti dovuti al produttore indiano ONGC: in precedenza, per completare le transazioni, era stata utilizzata una banca statale russa, mentre un’altra società indiana attiva nel settore energy era stata impiegata per svolgere il compito di intermediario. I vertici di ONGC confermano la presenza di un significativo ritardo nei pagamenti, ma gli stessi elementi rifiutano di fornire ai media dettagli precisi sulla situazione: “I venezuelani devono affrontare molti problemi in questo momento, ma ci hanno rassicurati sul fatto che stanno lavorando alacremente per giungere ad una soluzione.  ONGC Videsh - il braccio incaricato degli investimenti oltremare - continua ad avere un buon rapporto con PDVSA” (dichiarazione rilasciata a Reuters dai portavoce di ONGC).

In ogni caso le fonti che hanno lasciato trapelare la notizia sostengono che i pagamenti dovuti non sono effettuati ormai dal mese di aprile, con un debito che ha ora raggiunto i 540 milioni di dollari in dividendi dovuti e mai corrisposti.

Sempre le stesse fonti - anonime - riferiscono che il gigante della raffinazione indiano Reliance Industries, che si conferma come uno tra i maggiori acquirenti di PDVSA, ha versato 68,66 milioni di dollari nelle casse di ONGC per conto della venezuelana PDVSA.

PDVSA ed ONGC Videsh hanno siglato un accordo nel 2016 che prevede la consegna di 17000 barili giornalieri di greggio ad ONGC da parte di Petroleos de Venezuela come forma di pagamento del debito, ma allo stato attuale la società indiana non è in grado di ricevere il greggio venezuelano in quanto la raffineria Mangalore non è ancora ottimizzata in modo da poter elaborare il Petrolio venezuelano che, come ben sappiamo, risulta particolarmente pesante.  Attualmente, viste le difficoltà tecniche dell’India, i termini dell’accordo prevedono che la stessa PDVSA venda il greggio per conto di ONGC riversando poi il denaro derivante dalla vendita nelle casse della società indiana.

 

Fonte Reuters


Potrebbero interessarti anche...
Venezuela, Maduro: ancora un pagamento e poi si riparte!
Mercati
La Redazione 03/11/2017 01:50:24
Il presidente Nicolas Maduro ha dichiarato che il Venezuela tenterà di ... leggi tutto
Venezuela, PDVSA: i CDS gridano al Default
Mercati
La Redazione 08/11/2017 05:18:34
Volete proteggervi contro un eventuale default della venezuelana PDVSA? Bene, se ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli